Archive from maggio, 2008
Mag 29, 2008 - Senza categoria    No Comments

Foto Cinquefrondi – 18.05.2008


il nostro viaggio più lungo, abbiamo fatto Jonio/Tirreno in una giornata

Mag 29, 2008 - Senza categoria    No Comments

Foto Madonna Vergadoro – 04.05.2008


tutte le foto fatte il giorno della festa della nostra Madonna

Mag 26, 2008 - Riunioni & Raduni    8 Comments

Grandissimo successo dei “Motociclisti Rombanti – 25 Maggio 2008”

Cari Amici motociclisti e non, lo possiamo dire con fierezza, il primo raduno “non ufficiale” dei Motociclisti Rombanti” è stato un successone. Lo staff del moto club non si aspettava così tanta affluenza di moto in una domenica dove veniva svolto contemporaneamente un altro moto raduno. Gli organizzatori hanno stilato un computo finale delle motociclette presenti, il numero è stato

elevatissimo, 120 iscritti e 145 partecipanti al giro turistico.  Questa splendida domenica di fine Maggio è iniziata in sordina per gli organizzatori poichè nell’aria c’era il timore che non ci sarebbero state così  tante presenze poichè a Corigliano Calabro è stato organizzato un altro raduno nella stessa data nostra (anzi, per essere precisi noi abbiamo b33208f462843a667ce255535ec20afc.jpgorganizzato il raduno nella data a loro concessa dalla Federazione Motociclistica), ed essendo noi un moto club giovane e non avendo ancora così tanti consensi nella Provincia e nella regione tutta temevamo il peggio. Però gli amici dei moto club che ci hanno onorato della loro presenza ci hanno fatto fare una bella figura, quindi, al contrario del solito, i ringraziamenti si fanno all’inizio e pertanto si ringraziano gli amici del Moto Club “I Disobbedienti” di Petilia Policastro, gli amici del Moto Club “I Monelli G. Mellino” di Crotone, gli amici del Moto Club “Strakaos” di Isola Capo Rizzuto, gli amici del Moto Club “Gli Scarburati” di Belvedere di Spinello”, gli amici del Moto Club “I centauri della Torre” di Torre Melissa, gli amici del Moto Club “I Lupi 43eaa8667446206f4e1af855634497d9.jpgdella Sila” di Castelsilano, gli amici del Moto Club “Corigliano-Rossano” di Rossano Calabro. Ma passiamo al racconto della giornata, di buon’ora lo staff si è recato in Piazza Vescovado per allestire il luogo del ritrovo, tutti i soci si sono dati un gran da fare per installare i manifesti, i cartelloni pubblicitari, allestire i gazebo e creare le zone di ingresso delle moto, alle 9:00 tutto era già pronto, alcuni amici motociclisti di Strongoli hanno voluto anticipare l’ingresso, tanta era l’ansia e l’attesa tra i motociclisti Strongolesi, anche non soci, durante la mattinata continuavano ad arrivare motociclisti e ci allietavano con le loro rombate di acceleratori e con gli scoppi dei motori, talmente erano forti che quasi offuscavano il suono dell’impianto gentilmente concessoci dalla parrocchia S.S. Pietro & Paolo. Durante la mattinata i partecipanti si recavano al banco ritiro Gadget, dove era stata preparata per loro una bella cravatta con il logo dell FMI ed una bottiglietta d’olio, alcuni sono 2a8a5dfba56a11cd058678404e683e9d.jpgriusciti a ritirare anche un bel paio di occhiali da sole. La giornata scorreva velocemente tra foto ricordo, ragazzini estasiati alla vista di così tante motociclette e gente “normale” che ancora accorreva all’evento, alle 11:30 è arrivato il momento classico della benedizione dei caschi e delle motociclette, il prete (Don Rosario) è salito sul palco e dopo una breve preghiera ha distribuito l’acqua santa su tutto il gruppo dandoci la benedizione ed augurandoci un buon giro turistico. alle 11:40 i motori si sono accesi, in piazza c’era un rumore di moto mai sentito prima, i centauri riscaldavano i motori bae11a6504815240de28af45fcd90752.jpgcon la Polizia a fare da capo fila abbiamo iniziato il tanto agoniato giro in moto, tutto il gruppo è partito attraversando il centro storico, Piazza Vinci e corso Biagio Miraglia, arrivati “Mmenz u Garaciu” abbiamo girato verso Zigari per continuare il nostro giro turistico attraverso le campagne Strongolesi. Lo staff del Moto Club seguiva attento il gruppo ed ad ogni bivio bloccava le macchine che arrivavano per far passare i motociclisti, i Vigili Urbani ed i Carabinieri stavano davanti al gruppo a fare strada, a capo dei motociclisti i Poliziotti della Questura di Crotone in sella alle proprie moto, ed a chiudere il gruppo c’era l’ambulanza della Misericordie di Strongoli (con Fronzo, Giuvann e Rafelo che le facevano da scorta). La prima sosta l’abbiamo fatta c/o l’azienda Agricola “Russo & Longo”, lì bd07b66ae50059574e50766022336e5a.jpgabbiamo degustato un pò di prodotti tipici locali offerti dall’Ing. Russo ed abbiamo assaggiato un buon vino sempre offerto dall’azienda agricola. Finita la pausa ci siamo rimessi in sella alle moto per continuare il nostro giro turistico, scesi da località Serpito ci siamo immessi sulla S.S. 106, ottimamente scortati dalle forze dell’ordine, le moto in gruppo non hanno creato intralcio alla circolazione stradale, anzi gli automobilisti che arrivavano si fermavano sulla strada per vedere cosa stesse succedendo. Il gruppo è entrato a Strongoli Marina dal Cavalcavia in località Tronga ed ha proseguito per tutta la prima fila della nostra splendida località turistica, attraversata tutta la marina ci siamo reimmessi sulla S.S. 106, il gruppo sempre composto ed ordinato 8a40adf15150c4ef56b8c0996b535b8e.jpgha proseguito sulla Statale per poi girare a destra alla volta di Strongoli, salite le curve siamo arrivati in paese e come di consueto tutti i motociclisti hanno iniziato a suonare i clacson ed a sgasare con le moto in modo da farsi sentire da tutta la popolazione, il giro è proseguito lungo le vie del paese per poi giungere alla destinazione finale di questa prima parte della giornata e cioè Villetta Graziani. Giunti in villa il nostro amico Roberto ci ha accolti con un bel aperitivo ed il gruppo ha poi pranzato c/o il ristorante Antica Petelia (dimenticavo, un gruppo di motociclisti ha preferito far sosta a Marina di Strongoli c/o il ristorante Per Bacco). Il pranzo è stato squisitissimo, tra una portata e l’altra ci sono stati i brindisi di qualche ragazza già ubriaca (senza bere) ed i ringraziamenti del ns. presidente a tutti i partecipanti. A fine pranzo ci siamo recati tutti di nuovo in piazza del Vescovado per l’estrazione dei premi messi in palio 2202f79e2203a62d565ec4f1cd93d21a.jpge per le premiazioni. Giunti in piazza, i motociclisti della Polizia di Stato di Crotone hanno tenuto una breve spiegazione sul corretto utilizzo del casco e sul buon comportamento di guida in sella, davvero molto esplicativa per tutte le persone accorse. Siamo passati di corsa all’estrazione dei premi messi in palio gentilmente offerti da alcuni commercianti di Strongoli, Strongoli Marina e Crotone, passati i malumori di alcuni per non aver vinto i premi abbiamo continuato la giornata con i riconoscimenti e le premiazioni. Abbiamo consegnato una targa come segno di stima e riconoscimento di professionalità alle seguenti associazioni ed istituzioni:

 
– Amministrazione Comunale di Strongoli;
– Polizia di Stato di Crotone;
– Comando Carabinieri di Strongoli;
– Vigili Urbani di Strongoli;
– Parrocchia S.S. Pietro e Paolo di Strongoli;
– Associazione Misericordie di Strongoli;
– Organizzazione Europea Vigili del Fuoco Volontari di Strongoli.
 
8efb271e438f306cf9be0d63d82371d1.jpg

 
I vari rappresentanti si sono susseguiti sul palco per ritirare i riconoscimenti e si sono mostrati molto soddisfatti per la riuscita dell’evento.
Abbiamo poi continuato la manifestazione con la consegna delle Coppe a tutti i Moto Club che hanno partecipato con un numero pari o superiore a 5 soci, di seguito vengono elencati;
 
– Moto Club “I Disobbedienti” di Petilia Policastro”;
– Moto Club “Strakaos” di Isola Capo Rizzuto”;
– Moto Club “I Monelli G. Mellino” di Crotone;
– Moto Club “Gli Scarburati” di Belvedere di Spinello”;
– Moto Club “I Lupi della Sila” di Castelsilano”.
 
5d8569f14f44b5c73fefa23afa1fc1ed.jpg

 
Giunti alla fine, alcuni soci hanno voluto consegnare una coppa in segno di riconoscimento per il grande impegno profuso al nostro Presidente Carlo Rogliano, che visibilmente emozionato, ha tenuto un discorso di ringraziamento ed un incitamento ad impegnarci di più affinchè il prossimo anno si possa organizzare il I° Moto Incontro ufficiale del Moto Club Rombo di Makalla di Strongoli.
Un Saluto Affettuoso a tutti
 
N.B. Dopo la pausa per la Processione del Corpus Domini il Moto Club Rombo di Makalla ha voluto continuare la serata offrendo “Crespelle e Vino” a tutti i presenti in Piazza, a tal proposito si ringrazia l’associazione Culturale Filottete per la preparazione e la distribuzione delle Crespelle e la Sig.ra Lina Garritani.
3672a509340785815c25bec572728c4c.jpg
7074ba27c6f402200533420a59021322.jpg

 

P.S. Si ringraziano per la preziosa collaborazione i soci Vincenzo Cerenzia (zio Enzo), Pantaleone Benincasa (Panta Biker), Vincenzo Garritani (Compà Cè), Francesco Le Rose (Ciccio), Antonio Fiorita (new entry), Michele De Tursi (ragioniere), Helmut Rogliano (vida ddrà), Giulio Rogliano (Badget), Francesco Tisci (Staff), Fronzo Brasacchio (heritage), Valente Franco (guida CineOperatore), Rafelo Lucente (ambulanziere ufficiale), Giovanni Le Rose (ambulanziere di servizio), il Vice Presidente Pino (No Limits) Calizzi  ed il Presidente Carlo Rogliano (Il cravattaro). Si ringraziano inoltre la valletta nonchè giornalista Maria Antonia Milelli (vediamo che articolo scriverai sul Crotonese), la valletta in seconda (in ordine cronologico) Anna Pecoraro, la giornalista Carmen Mancuso (per l’articolo ancora non scritto), Salvatore Rossano (meno male che sei ritornato!!!), Don Rosario Morrone (tante grazie per la Piazza e per l’acqua Santa).
 

P.S. (BIS) volevo salutare personalmente i soci che ci tenevano tanto a partecipare al raduno ma non hanno potuto e cioè Luigi Benincasa, Eugenio Cotrone, Leonardo Corace e Natalino Lanieri, grazie anche a voi.
 
P.S. (TRIS) si ringraziano tutti gli Sponsor che con il loro contributo hanno reso possibile questa splendida manifestazione.
 

P.S. (QUATRIS) Non me ne abbia qualcuno che ho (in)volontariamente dimenticato.
 
 
Oggi più che mai sono graditi commenti alla manifestazione tutta. Grazie
Mag 21, 2008 - Riunioni & Raduni    No Comments

Una lunga attesa per il 25 Maggio 2008

Cari Amici, finalmente ci siamo, siamo quasi arrivati alla fatidica data del primo raduno dei Motociclisti Rombanti di STRONGOLI. Lo staff del moto club stà ancora apportando gli ultimi ritocchi al programma in modo da poter effettuare un grandissimo raduno. Siamo riusciti, all’ultimo momento, ad avere degli ospiti di eccezione, e cioè i motociclisti della Polizia di Stato di Crotone, 5fd8b91359bae8a25eba9d2dd001d647.jpgche nel primo pomeriggio effettueranno un breve corso sul corretto utilizzo del casco e sul buon comportamento in sella ad una moto, quindi un’occasione da non perdere per tutti quei genitori che vogliono far insegnare ai propri figli le regole fondamentali del buon guidare. Altro evento non in programma, ma deciso all’ultimo momento è la premiazione dei Moto Club partecipanti e delle associazioni, il moto club ha deciso di voler donare una targa di riconoscimento a tutti quanti hanno partecipato e parteciperanno alla buona realizzazione del raduno. Dopo la pausa per la processione la serata sarà allietata da un gruppo musicale denominato “I Briganti, e l’associazione culturale Filottete provvederà a distribuire delle crespelle e vino a tutti i presenti. Mi raccomando allora, non mancate poichè sarà una bellissima giornata all’insegna del divertimento dell’associazionismo e perchè no anche istruttiva.
Un saluto a tutti 
Mag 18, 2008 - Test moto    1 Comment

Test 2008 – KTM Super Duke R ’08

COM’E’ I cavalli, si sa, non bastano mai, soprattutto quando si vuole che una moto sia competitiva in pista. Della KTM Super Duke, ad esempio, si è sempre elogiata la bellissima ciclistica, ma in cima alla lista dei desideri dei tester c’è sempre stato un motore un po’ più potente e con un allungo maggiore. Anche in occasione della presentazione della versione R (avvenuta in Pannonia lo scorso anno) l’unica critica che mi ero sentito di portare era quella della potenza ormai insufficiente a contrastare le varie Tuono, Morini, Speed Triple e compagnia.c5a63fe2832949494f50808ac5843db1.jpg
VOGLIA DI PISTA In fondo la R è una moto che non nasconde la sua voglia di pista; è una naked estrema (addirittura monoposto) ed è la portabandiera della KTM nei campionati riservati alle Roadster. Con una ciclistica così performante era davvero un peccato che non avesse un motore all’altezza per un utilizzo davvero sportivo in pista (perché per la strada i suoi 120 cv bastano e avanzano).
A PROVA DI INCONTENTABILE KTM ha ancora una volta fatto tesoro dell’esperienza e dei commenti arrivati da giornalisti e clienti. La Super Duke R arriva sul mercato proprio con l’intenzione di soddisfare gli incontentabili, non deve più abbassare lo sguardo alla voce “potenza” perché i tecnici di Mattighofen hanno lavorato sodo sul V2 LC8 e lo hanno spremuto fino tirarne fuori 132 cv a 10.000 giri, con una coppia di 102 Nm a 8.000 giri. In soldoni, l’incremento ottenuto è del 10 %, esattamente 12 cv in più della “vecchia” R. Se quindi avete intenzione di divertirvi in pista con una nuda ultraperformante e il colore arancio vi ha sempre preso adesso non avete più scuse.
LA CICLISTICA NON CAMBIA Ovviamente il progetto non è stato stravolto, per distinguere la nuova R dalla vecchia occorre davvero l’occhio clinico; Stessa linea, stessa grafica, stessa ciclistica, stesso codino monoposto. L’unica differenza che salta all’occhio è la scritta Akrapovic piazzata sul bellissimo collettore di scarico realizzato dallo specialista sloveno. Arriva per la prima volta come equipaggiamento standard su una moto di serie e sembra chiedere a gran voce silenziatori aperti. Invece, ovviamente, anche la R 2008 è regolarmente omologata con il silenziatore standard a noi ben noto. Ma, conoscendo anche c84c46367a455d810220a9d4f625a8c4.jpgil cliente tipo, non so quanto a lungo il silenziatore originale resterà al suo posto.
OPERATA AL CUORE Gran parte del lavoro è stata svolta ovviamente la dove l’occhio non può arrivare, ovvero all’interno del motore. Il V2 ha subito davvero un operazione a “cuore aperto” che lo ha cambiato profondamente. Di invariato ci sono praticamente solo i carter, la trasmissione e i cilindri perché tutto il resto è stato modificato o cambiato. Nuovi sono l’albero motore, le bielle, i pistoni (ultraleggeri con riporto in DLC), gli alberi a camme, le candele e le bobine. TESTA NUOVA Anche le teste sono state riviste nelle sezioni dei condotti e adesso adottano valvole di aspirazione maggiorate (da 38 a 41 mm) realizzate in titanio, e azionate dalle stesse molle NHK che muovono anche le valvole della RC8. Nelle teste, oltre ai condotti, è anche cambiato il percorso del liquido di raffreddamento, mentre sono nuovi i coperchi valvole, ora realizzati in Magnesio. Un motore praticamente nuovo, quindi, che beve benzina da un nuovo corpo farfallato da 52 mm (lo stesso della RC8) e che, oltre ad aver guadagnato cavalli, ha soprattutto guadagnato la dove era davvero troppo carente ovvero nell’allungo. Ora la zona rossa si è spostata di ben 900 giri , con il limitatore che da 9.600 è ora piazzato a quota 10.500 giri, per un allungo che, finalmente, è in linea con quello della concorrenza. SVILUPPATA IN PISTA Tutto, giurano in KTM, senza intaccare assolutamente l’affidabilità. C’è da credergli visto che questa moto è stata sviluppata direttamente in pista alla 24 ore di Oschersleben e io che c’ero ho visto con i miei occhi le due Super Duke finire la gara per due anni di seguito.
COME VA
Che in KTM abbiano le corse nel sangue non è cosa nuova, che però arrivino ad organizzare una gara tra giornalisti al Salzburgring per dimostrare i passi avanti fatti dal loro motore e l’indole pistaiola della Super Duke R è una cosa leggermente no limits… Se qualcuno avesse dubbi sull’affidabilità del V2 austriaco si faccia avanti e chieda pure. Per due giorni le Super Duke R hanno girato su questo circuito pazzesco (dove con la KTM si gira a 170 di media) a manetta completamente spalancata e sempre sull’orlo del limitatore (spesso chiamato in causa anche in sesta sui curvoni affrontati a 250 orari).
PRENDIAMOCI LA MANO Risultato: tutte le moto al traguardo, tranne quelle cadute a causa di qualche collega un po’ troppo adrenalinico. In effetti, la formula studiata dalla KTM aveva del diabolico, un giorno di prove libere per prendere confidenza con le velocissime curve del “ring” (dove, credetemi, servono davvero gli attributi per tenere sempre aperto) con le Pirelli Diablo Corsa III montate di primo equipaggiamento (altra novità di quest’anno).e26c44455e919224fb18c0ee70ed087d.jpg
GARA A COPPIE Il secondo giorno gara “quasi” vera con tanto di gomme in mescola, trasponder, prove ufficiali e garetta a coppie da 16 giri, in cui, un po’ per stemperare la tensione che andava crescendo di minuto in minuto è stato scelto di accoppiare i piloti più veloci con i più lenti creando in questo modo team omogenei. Partenza tipo Le Mans e via: belgi con italiani, inglesi con francesi (quasi incredibile!), tedeschi con giapponesi tutti contro tutti. COME AL MONDIALE Era quindi praticamente inevitabile che fin dalle prove libere si  creassero gruppi di piloti che sfruttavano le scie (fondamentali in questo circuito) manco fosse una gara del mondiale 125. Alla fine quasi tutti (me compreso) si sono fatti trascinare al punto da dimenticarsi il motivo principale per cui eravamo in quel posto: provare la moto.
SAZIA DI CAVALLI Moto che, va detto, va davvero bene. A parte l’ostinazione da parte dei sospensionisti KTM di proporre setting sempre troppo rigidi (che comunque caratterizzavano anche la vecchia R), la nuova Super Duke ha davvero ben impressionato anche in un circuito in cui i cavalli non sono mai abbastanza. Appena la accendi capisci che li sotto c’è qualcosa di più arrabbiato.
 BELLA SOTTO, CATTIVA IN ALTO Il motore sembra fremere più di prima, come se lui stesso avesse voglia di correre. Il buon lavoro degli ingegneri KTM non solo ha portato più cavalli e più giri, ma soprattutto non ha “svuotato” il motore ai bassi. Così la Super Duke non ha perso la sua principale caratteristica, ovvero la curva di coppia assolutamente piatta che si traduce in una spinta prorompente ai bassi e medi regimi. Ora però il V2 austriaco può permettersi di fare la voce grossa anche agli alti. Se prima la festa finiva fin troppo presto, adesso, attorno agli 8.000 giri, dove il motore precedente inizia a perdere smalto questo invece riceve un impulso e continua a spingere con ancora più grinta fino ai 10.500 giri indicati, con un regime ideale di cambiata che si attesta sui 10.000 giri.
A 10 SI CAMBIA
  Un motore che davvero ora non ha più nulla da invidiare a qualsiasi bicilindrico sulla piazza, e che, alla faccia dell’aerodinamica certo  non favorevole è stato capace di spingere la R a 249 orari effettivi misurati dal mio GPS (indicati 254 a 10.500 con il limitatore in azione) alla fine del salitone di Salisburgo, giusto prima del curvone a destra dove, chi tiene alla salute, toglie una marcia e cala un po’ il gas.
IL NUOVO RIFERIMENTO? Insomma la KTM non ha perso la sua proverbiale guidabilità ed ha guadagnato parecchio in prestazioni, nulla da dire al solito sulla ciclistica se non per l’assetto troppo rigido che dopo qualche intervento sui freni idraulici (aperti in entrambe le direzioni sia sulla forcella sia sul mono) mi è subito piaciuto di più. Piazzata in frenata (i freni sono al top), agilissima come al solito nei cambi di direzione, sempre divertente da guidare adesso ha che ha anche il motore giusto. Per le altre in pista sarà davvero dura starle dietro.
Mag 12, 2008 - Riunioni & Raduni    1 Comment

18 Maggio 2008 – Destinazione Cinquefrondi/Scilla

Cari amici motociclisti, soci e non, Vi comunico che lo staff del moto Club stà organizzando un’uscita per la prossima Domenica con destinazione Cinquefrondi (RC) per partecipare al 3° Motoraduno del Moto Club Offtrack. Chiunque intendesse partecipare è pregato di comunicarlo al direttivo del moto club oppure direttamente al ns. presidente Rogliano c/o la Q8. La partenza è prevista alle ore 8:00, poichè nel primo pomeriggio puntiamo di arrivare a Scilla (sulla costa Tirrenica), vi raccomando di essere puntuali all’appuntamento e di non mancare poichè sarà come sempre una giornata all’insegna del divertimento e della libertà in moto.

Saluti a Tutti

57f84f8d8d71fa04b7a2f18d69e3ac2e.jpg

lo staff del moto club “Rombo di Makalla”

Mag 10, 2008 - Riunioni & Raduni    No Comments

Motociclisti Rombanti – 25 Maggio 2008

Cari Amici motociclisti, pubblico sul nostro blog una nota che ci è stata inviata dal Comitato Regionale Calabria relativa all’organizzazione del nostro raduno del 25 Maggio 2008:

Gentile Presidente,
mi chiamo Gianfranco Tavella, responsabile settore Mototurismo per il Co.Re. Calabria della Federazione Motociclistica Italiana. Le scrivo in quanto ho ricevuto alcune segnalazioni riguardo l’organizzazione di una manifestazione non autorizzata da questo Comitato Regionale. In quanto club iscritto alla FMI, Lei  deve inviare una regolare richiesta di iscrizione a calendario regionale entro la data prestabilita che, per quanto riguarda il calendario regionale 2008, era il 12 Dicembre 2007. Passata tale data non è prevista nessun’altra iscrizione a calendario sino all’anno successivo, ergo  non è possibile realizzare manifestazioni non iscritte a calendario per l’anno in corso. Tutto questo non perché non si vuole dare la possibilità di realizzare la propria manifestazione, ma per evitare che ci siano più manifestazioni lo stesso giorno nello stesso territorio (il 25 ci sarà anche un motoraduno a Corigliano), situazione in cui ci perderebbero tutti i motoclub coinvolti con date concomitanti. Il Regolamento Federale, di cui la invito a prendere visione, vieta espicitamente la realizzazione di manifestazioni non autorizzate. Per di più non mi sembra buona cosa pubblicizzare l’evento con volantini recanti il logo della FMI quando la stessa manifestazione non fa parte del calendario in corso. La invito pertanto a desistere dall’organizzazione della manifestazione e comunque a modificare le diciture utilizzate (vedi “Motoincontro”, termine di uso riservato a manifestazioni autorizzate dalla FMI)  e a togliere ogni riferimento alla FMI sull’organizzazione della manifestazione. Resto a sua completa disposizione per qualsiasi chiarimento.

Gianfranco Tavella
Resp. settore Mototurismo
FMI Co.Re. Calabria

Pubblico, inoltre, la risposta dello staff del nostro Moto Club:

Gent.mo Sig. Tavella, Le scrivo in merito alle segnalazioni che le hanno mal riportato. Le allego la locandina ufficiale del nostro raduno (organizzato dalla Parrocchia del nostro paese avente come socio del nostro moto club il Parroco stesso) che si terrà giorno 25 Maggio 2008 in un contesto di festività Mariane che verranno svolte durante tutto il mese di Maggio nel nostro comune. Il primo punto che Le vorrei evidenziare è:

– La Parrocchia S.S. Pietro e Paolo in collaborazione con il Moto Club “Rombo di Makalla”, quindi l’evento viene organizzato dalla chiesa, noi siamo solo di supporto, appunto come Le dicevo prima visto che il nostro parroco è socio onorario del Club;
– altro punto è la mancanza di Logo FMI nelle locandine e la mancanza delle diciture Moto Incontro e/o Moto Raduno, poichè sapevamo benissimo che era in programma il raduno del Moto Club Bikers Corigliano per il 25 Maggio ed il calendario ufficiale FMI è stato strutturato in maniera da non far coincidere più eventi nella stessa data con conseguente perdita di partecipazioni;
– altro punto è la dicitura “arrivederci al I° Moto Raduno (Incontro) Ufficiale Rombo di Makalla 2009”, tale punto sottolinea la volontà di organizzare il nostro I° moto incontro ufficiale e regolarmente calendarizzato FMI nel 2009.

La volevo inoltre informare di un disguido nato all’inizio, poichè è stato erroneamente messo in circolazione un volantino recante il logo FMI, ma solo per indicare che il moto club è iscritto regolarmente alla Federazione Motociclistica Italiana, Le comunico inoltre che noi non volevamo e non vogliamo essere in contrasto con il Moto Club Bikers Corigliano visto che il loro motoraduno è sicuramente quello ufficializzato ed inoltre faccio presente agli amici di Corigliano che Sabato 24 Maggio sarà presente una nostra delegazione  al loro raduno per sottolineare la nostra assoluta correttezza nei loro confronti. Certo di aver dato tutte le indicazioni possibili per fugare qualsiasi dubbio colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.
 
Lo Staff del Moto Club “Rombo di Makalla” 
 by A l d O b l A 
P.S. sono graditi commenti a tutta la vicenda. 
Mag 3, 2008 - Senza categoria    No Comments

Foto Montalto Uffugo – 01.05.2008


un’altro raduno a cui il Rombo di Makalla non poteva mancare

Pagine:12»