Archive from settembre, 2009
Set 26, 2009 - blog life    No Comments

The Siege, Attacco al potere…

Grafica1.jpg

Cari amici,

nei giorni scorsi si è verificato un fatto sconcertante che ha messo a repentaglio la vita di un nostro socio. Il nostro amico Franco Viola mentre si accingeva ad accendere la propria moto (beh, non esageriamo!!) ha visto scorgere la testa di un raro esemplare di biscia velenosa (non stò scherzando) lunga 1,5 metri circa, dalla carena. Il nostro amico ha avuto sul momento un po di paura, ma subito con sangue freddo ha chiamato il 115 ed ha chiesto l’aiuto dei Vigili del Fuoco. I nostri amici pompieri, come nel film World Trade Center, sono arrivati subito sul posto e, con la professionalità che li contraddistingue, dotati di mezzi idonei all’operazione (guanti ignifughi, tute anti radiazioni, caschi in materiale ad alta resistenza, bastoni in carbonio), hanno accerchiato il rettile ed in men che non si dica (2 ore circa) hanno smontato la moto e lo hanno estratto vivo e vegeto. Purtroppo poco dopo hanno dovuto sopprimerlo, poichè in zona non esistono oasi faunistiche atte ad accogliere il serpente.

Questo spiacevole episodio si è verificato in concomitanza della stipula del contratto di convenzione tra il ns. motoclub ed il negozio di proprietà del Viola (Il Giardino dei Pneumatici), una specie di atto indimidatorio nei confronti del vertice del motoclub messo in atto da chi vuole sabotare il nostro operato e da chi vorrebbe che il motoclub si sciogliesse.

Ma noi non ci faremo intimorire da questo tipo di operazioni, noi continueremo per la nostra strada, far risparmiare  il motociclista nelle spese quotidiane che affronta (benzina, gomme, olio ecc. ecc.) perchè il nostro motto è “Per una Strongoli piena di motociclette”, e statene certi che ci riusciremo a portare un motociclo in ogni casa dello Strongolese

Un saluto affettuoso a tutti

 

19092009489.jpg

by A l d O b l A

Set 22, 2009 - Riunioni & Raduni    No Comments

2° Motoraduno Nazionale “Paolo Rossi Cina” – 26_27.09.2009

prc1.jpg

 

Cari amici ci siamo,

questo week end assisteremo al mitico motoraduno Nazionale degli amici del Motoclub Paolo Rossi “Cina” di Cinquefrondi.

Alcuni di noi si recheranno già dal sabato (mattino o pomeriggio, per info scrivere sul sito o contattare il presidente), mentre la partenza ufficiale resta fissata per Domenica 26 Settembre alle ore 07:45 dalla benzina Q8.

Mi raccomando, non mancate e siate puntuali.

Un saluto affettuoso a tutti

prc2.jpg
prc3.jpg

P.S. in questo raduno saranno assegnati n° 502 del TTM.

by A l d O b l A

 

Set 21, 2009 - blog life    No Comments

Yamaha YZF-R1 LE Rossi – a gennaio 2010 in vendita negli USA

big_yamaha_r1_le_rossi_limited_edition_2010_01.jpg

Edizione limitata per la Yamaha YZF-R1 venduta negli Stati Uniti: si chiamerà YZF-R1 LE, una edizione speciale dedicata al campione Valentino Rossi. La particolarità del modello, tecnicamente identico a quello di serie, è la nuova livrea bianco azzurra identica a quella utilizzata sulle moto del Fiat Yamaha Team in MotoGP.

Qualche appassionato di Superbike, soprattutto statunitense, potrebbe aver qualcosa da ridire, visto che con questa moto il giovane Ben Spies sta praticamente dettando legge nel Campionato Mondiale SBK. Il carisma e la notorietà di Valentino però sono ancora irraggiungibili per chiunque.

La moto avrà un prezzo di 14.500$, 1.200$ in più rispetto alla versione standard: arriverà a gennaio dai rivenditori USA. Per ora non si sà se verrà commercializzata anche in Europa.

A me continua a non piacere come moto, anche se con questa nuova grafica è un po più sportiva rimane il fatto che di motore non è un granchè ed esteticamente è un po una presa in giro (vedi articolo YZF R1 MY 2009 oppure YZF R1 2009 – Big Bang).

by A l d O b l A

yamaha_r1_le_rossi_limited_edition_2010_02.jpgyamaha_r1_le_rossi_limited_edition_2010_03.jpgyamaha_r1_le_rossi_limited_edition_2010_04.jpgyamaha_r1_le_rossi_limited_edition_2010_05.jpg

Set 20, 2009 - blog life    No Comments

Da Presidente a Papa… inizia la scalata al Vaticano

Cari Amici,

il nostro Presidente si è messo in testa un altro traguardo da raggiungere, e noi tutti sappiamo che quando il Presidente accenna minimamente a fare una qualsiasi cosa, quella cosa viene portata a termine.

Ieri sera, durante i festeggiamenti per l’anniversario della sezione AVIS di Strongoli il nostro beniamino ci (mi) ha fatto una promessa, partirò dal basso (parrocchia Santa Teresa d’Avila) per raggiungere i piani alti della chiesa mondiale (lo Stato Vaticano), questa è una di quelle promesse che il Presidente non fa tanto per scena, ma lo dice perchè dentro di se sa che può arrivare in alto, quindi, Papa Ratzinger, stai attento che il nostro Presidente mira alla tua poltrona, per te iniziano tempi duri, e noi saremo con il nostro Papa Carlazzingher!!.

Un saluto affettuoso a tutti

DSC04072.JPG

by A l d O b l A

Set 19, 2009 - blog life    No Comments

Barzellette sulle moto

 

animali127.jpg

Un tizio con una carcassa di moto viene fermato dai carabinieri:
– Documenti…
– Non ce l`ho!
– Il casco ?
– Non ce l`ho!
– Lo specchietto ?
– Non ce l`ho!
– La targa ?
– Non ce l`ho!
– Allora, riepilogando: lei è senza documenti, senza casco, senza specchietto e senza targa e ora come la mettiamo?
– Appoggiata al muro che è senza cavalletto….

Gigi, molto appassionato di motociclette, vuole comprare una Honda
color aragosta.
Spulcia diversi annunci, ne trova uno conveniente e va a vedere il mezzo.
La moto e’ in condizioni perfette: cromature brillanti, motore a
posto…Sembra nuova.
“Ho un segreto”, spiega il vecchio proprietario, “Basta che ungi con la
vaselina le parti cromate quando piove e la moto restera’ perfetta!!”..
Gigi compra la moto e tutto contento se ne va a casa.
La sera stessa la sua ragazza lo invita a pranzo e lui decide di andare con la moto nuova.
Arrivato a casa della ragazza, lei lo accoglie sulla porta e gli dice:
“Non stupirti se nessuno a tavola parlera’: nella mia famiglia e’usanza che
il primo che parla lavera’ i piatti”.
Gigi entra e vede pile di piatti sporchi ovunque: in cucina, in salotto, in bagno…
Gigi si siede a tavola con la sua ragazza, i genitori e la zia.
Comincia il pranzo e nessuno parla.
Arrivati al secondo, Gigi adocchia la sua ragazza e pensa:
“Voglio proprio vedere se non dicono niente!!”, la corica sul tavolo e se
la scopa.
Nessuno parla.
Dopo un po’, Gigi adocchia la giovane zia e pensa:
“Stavolta qualcuno dira’ qualcosa!!”, la corica sul tavolo e si monta anche lei, ma nessuno apre bocca.
Alla fine, Gigi da’ una bella occhiata alla matura ma prestante madre della
sua ragazza, la corica sul tavolo e se la tromba, ma nessuno fiata.
Mentre prendono il caffe’, in un silenzio sempre piu’ imbarazzato, Gigi
sente un tuono, guarda fuori dalla finestra e vede che piove.
Ricordandosi la sua nuova moto, tira fuori il tubetto della vaselina, al
che il padre sbotta:
“Eh, vabbè Basta!! Li lavero’ io ‘sti cazzo di piatti!!”.

Un motociclista sta percorrendo un tratto di mulattiera a tutta velocità a bordo della sua potentissima moto. A un certo punto, da lontano vede che un passerotto sta venendo contro di lui, sono proprio in rotta di collisione.
Allora comincia a rallentare, sperando di evitarlo. Anche il passerotto, accortosi del pericolo imminente, fa di tutto per schivare il motociclista… Ma questi è troppo veloce, e l’impatto avviene.
Il passerotto cade a terra, tramortito e piuttosto malconcio, allora il motociclista si impietosisce, si ferma e raccoglie il povero passerotto, con l’intenzione di portarlo a casa per curarlo. Arrivato a casa, dunque, lo mette in una gabbietta, dove sistema per lui anche una ciotola con l’acqua e un piattino con alcune briciole di pane.
Giunta la sera, il motociclista va a dormire, sperando che il passerotto si riprenda.
Passa la notte, al mattino presto il passerotto, ancora un po’ stordito, apre gli occhi e si guarda intorno… vede le sbarre, la
ciotola con l’acqua, le briciole di pane ed esclama:
“MERDA!!!! Ho ammazzato il motociclista!”

Un signore anziano sta mangiando in autogrill quando entrano tre
motociclisti vestiti di pelle da capo a piedi.
Il primo si avvicina all’anziano signore e spegne la sigaretta nel pane del
vecchio e poi va a sedersi.
Il secondo si avvicina all’anziano signore, gli sputa nel bicchiere e va a
sedersi.
Il terzo si avvicina all’anziano signore, gli rovescia il piatto e va a
sedersi.
L’uomo non fa un cenno di protesta, abbandona la cena e esce.
Uno dei tre motociclisti esclama: “Non e’ un granche’ come uomo, vero??”
E la cameriera risponde: “Non e’ un granche’ neanche come camionista: ha
appena spatacciato tre moto facendo retromarcia!!”

Un motociclista vede lungo la strada un omino verde con una striscia bianca che piange, si ferma e chiede: “Qualcosa che non va?”. L’omino risponde: “Sono Alberto, sono verde, vengo dal pianeta Venere, sono un po’ scemo e ho sete.”
Risponde il motociclista: “Beh, ti posso dare una birra, ma è tutto quello che posso fare per te”.
Gli dà la bottiglia e se ne va. Un chilometro più avanti, il motociclista vede un omino rosso con una striscia gialla che piange, si ferma e chiede: “Qualcosa che non va?”. L’omino risponde: “Sono Fabrizio, sono rosso, vengo dal pianeta Marte, sono un po’ scemo e ho sete”.
Risponde il motociclista: “Beh, ti posso dare una birra, ma è tutto quello che posso fare per te.”
Gli dà la bottiglia e se ne va. Due chilometri più avanti, il motociclista vede un uomino blu con una striscia rossa che fa gesti strani. Il motociclista si ferma e chiede: “Ciao, piccolo scemo dello spazio, vuoi una birra anche tu?”
L’omino risponde: “Patente e libretto, prego!”

Un uomo ha un incidente e viene portato in ospedale. E’ in un letto in corsia con un braccio ed una gamba ingessata, il suo vicino di letto, un carabiniere completamente ingessato, gli chiede: – Che ti è successo? – Ero in motocicletta la scorsa notte. Mentre andavo ho visto un faro venire verso di me. Pensando che fosse solo una motocicletta, ho sorpassato la macchina che era davanti a me. Ma quell’altra che mi veniva incontro era una macchina con un faro rotto! Te invece? Il carabiniere risponde: – Io sono carabiniere motociclista. Ero in pattuglia di notte la scorsa settimana, mentre proseguivo a discreta velocita’, mi sono visto venire incontro due fari. Pensando che fossero due motociclette sono passato nel mezzo!

Un poliziotto ferma un motociclista che stava andando sparato nella via principale di una cittadina. “Agente, mi faccia andare! Non ho tempo adesso per le sue sciocchezze” “Ragazzo, adesso ti dai una calmata e mi segui in commissariato” “Ma agente, le stavo dicendo…” “Ehi! Ti ho detto di star zitto e di darti una calmata. Adesso vieni al commissariato e stai lì buono buono finche’ non arriva il commissario” Qualche ora dopo l’agente si affaccia nella stanza dove aveva lasciato il ragazzo: “Sei fortunato figliolo. Il commissario non è ancora arrivato perché è al matrimonio di sua figlia. Così quando arriva sarà di buon umore” e il ragazzo, mestamente: “Non ci conti troppo, agente, io sono lo sposo”

by A l d O b l A


Set 19, 2009 - Senza categoria    No Comments

Foto Buonvicino – 04.10.2009


Primo posto anche nel Cosentino

Set 19, 2009 - Senza categoria    No Comments

Foto Acri – 13.09.2009


Set 19, 2009 - Senza categoria    No Comments

Foto Rccabernarda_Sellia Marina – 13.09.2009


2° posto a Rocca, bella abbuffata a Sellia Marina

Set 17, 2009 - Utilità    No Comments

Addio ai guardrail assassini. Motociclisti in festa

Colpo di scena, dopo mille polemiche e violente proteste dei motociclisti l’Anas dice addio este_17180044_01060.jpgai guardrail assassini che tante vittime hanno mietuto fra i motociclisti. La nuova barriera di protezione stradale ha un nome che è tutto un programma: “ANAS H2 Bordo Laterale – SM”, dove SM sta proprio per “salva motociclisti”. Una barriera sofisticata ma semplice da produrre, al punto che potrà essere fabbricata senza problemi da tutti i costruttori che abbiano le attrezzature certificate in Qualità EN ISO 9001 o 9002.
Quindi la sua diffusione dovrebbe diventare a breve molto capillare perché oltre alla semplicità costruttiva i progettisti (Centro Sperimentale di Cesano dell’Unità Ricerca ed Innovazione dell’Anas, diretto dall’ingegner Eleonora Cesolini) giurano che sia anche meno costosa da produrre. “L’installazione delle nuove barriere – spiega infatti il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci – potrà avvenire progressivamente sulla nostra rete”. Vedremo.
Per ora si sa che nei crash test (oltre a quelli prescritti dalle norme vigenti, anche su manichini antropomorfi dotati di sensori per la protezione dei motociclisti, che negli ultimi anni hanno registrato un aumento di feriti e morti dovuti all’urto sulle barriere tradizionali in acciaio) ha dato risultati straordinari.
“Si è pensato – spiegano infatti i tecnici dell’Anas – al contenimento dello spostamento che la barriera subisce in seguito all’urto, per ridurre lo spazio necessario al suo funzionamento. Le barriere di sicurezza attualmente disponibili sul mercato, infatti, richiedono uno spazio a margine della carreggiata costoso o non sempre disponibile, come nel caso delle strade non ammodernate, che può costituire il presupposto per protezioni inadatte ad urti al di sopra di una certa velocità. A questo aspetto si aggiunga una differenziazione per la sicurezza totale di tutti gli utenti della strada; si pensi, ad esempio, agli effetti di barriere a paletti separati sui motociclisti”.

fonte: Repubblica.it

Pagine:12»