Archive from settembre, 2011
Set 24, 2011 - Test moto    1 Comment

Honda CBR1000RR 2012 – la solita cagata!!!

big_2012hondacbr1000rrleak00.jpg

Vi aspettavate una rivoluzione in casa Honda? la tanto attesa V4 della quale si vocifera da tempo immemore era la più valida delle ipotesi per la Superbike 2012, ma i rumors e i desideri di molti vengono distrutti in pochi secondi una volta aperta la gallery allegata. Sembra a tutti gli effetti un leggero restyling della attuale CBR1000RR, e non un rivoluzionario modello sportivo che riporti in auge la storica sigla RC.

Asphalt&Rubber pubblica le possibili foto ufficiali scappate da qualche cartella stampa in via di completamento. La nuova CBR1000RR ha un nuovo frontale più spigoloso, nuove colorazioni e un upgrade della ciclistica, mentre non sappiamo ancora cosa bolle in pentola sotto le carene che rimangono quasi identiche alla versione ora in commercio.

Quello che notiamo è un cupolino dalle linee più taglienti, i fari seguono più o meno la stessa linea degli attuali ma sono più “cattivi” e stirati verso l’alto. La protezione aerodinamica è stata leggermente rivista così come le prese d’aria, ma esteticamente cambia davvero poco, e nel resto delle sovrastrutture è nuova solo la parte bassa della carenatura e la livrea. La forcella anteriore è una nuova Showa Big Piston, sempre Showa anche il nuovo mono posteriore ma il forcellone rimane lo stesso. Nuovi anche i cerchi multirazza che sostituiscono i tradizionali 3 razze.

Non sappiamo ancora quali sono gli upgrade meccanici ed elettronici nascosti sotto le carene. Non è da escludere la frizione a doppio disco e una elettronica più evoluta con quickshift e un nuovo controllo di trazione e ABS sportivo. Coloro desideravano una V4 dovranno calmare i bollenti spiriti ed “accontentarsi” di questo leggero restyling per il 2012. La CBR punta perciò a confermare le doti di guida eccellenti e la pastosità del suo 4 in linea stradale, mentre studia come ritornare competitiva nel mondiale Superbike.

big_2012hondacbr1000rrleak24.jpg

big_2012hondacbr1000rrleak02.jpgbig_2012hondacbr1000rrleak07.jpg

Set 23, 2011 - Riunioni & Raduni    3 Comments

Domenica in Sila – 25 settembre 2011

strongoli,makalla,motoraduno,sila,rombo

Cari Amici soci,
per Domenica 25 il moto club organizza un viaggio in Sila, ma non si arriverà percorrendo la classica SS 107, questa volta, come si dice in gergo, prenderemo “la curva larga” ed arriveremo fino a Catanzaro per poi risalire dalla Sila Piccola passando per Pontegrande, Sant’Elia di Pentone, costeggiando il Lago Ampollinofino ad arrivare a Palumbo Sila.
Di seguito il percorso dettagliato.
Chiunque volesse aggregarsi la partenza è fissata per le ore 08:30 dalla Stazione di Servizio Q8 di Marina di Strongoli.
Saluti a tutti

P.S. tempo di viaggio è stimato in circa 4 ore con 164 chilometri da percorrere, pranzo da decidere al momento, rientro previsto per le ore 18:00.
Durante il tragitto effettueremo una sosta a Catanzaro alla concessionaria Harley Davidson, nel pomeriggio è prevista una gara di go-karttra i partecipanti a Palumbo Sila.

Tinerario.PNG

Set 22, 2011 - blog life    No Comments

Una piacevole sorpresa

Circa una decina di giorni fa, girovagando per Barcellona nei pressi della Sagrada Familia (nella foto si vede sullo sfondo) del famoso architetto catalano Antoni Gaudì, mi sono imbattuto in un insegna alquanto strana, e non so quanto veritiera.

L’insegna indicava, nei pressi, la presenza di una ridente “omonima” località della nostra Calabria, un paese/città tanto caro al nostro moto club e cioè Cirò Marina.

Non vi dico l’entusiasmo che ho avuto nel vedere tale insegna ed ho subito pensato ai nostri amici soci di quel paese.

Spero vi piaccia…

DSC00781.JPG

Set 21, 2011 - sfoghi    No Comments

Nessun telegiornale ha avuto il permesso di pubblicare questa notizia.

strongoli,libertà,informazione,bavaglio,politica,castaANCHE SE IL NOSTRO BLOG NON TRATTA L’ARGOMENTO POLITICA E’ GIUSTO CHE VENGA DIFFUSA LA NOTIZIA DI CUI SOTTO, POICHE’ QUANTO APPROVATO IN PARLAMENTO IL 13/09 u.s. TENDE A MINARE LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE E TENDE A RIDURRE LE POTENZIALITA’ DI INFORMAZIONE DELL’UNICO MEZZO DI COMUNICAZIONE LIBERO CHE ESISTE AL MONDO E CIOE’ IL WORLD WIDE WEB.

Ieri (13/09/2011) il Senato ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (D.d..L. 733) tra gli altri con un emendamento del senatore Gianpiero D’Alia (UDC) identificato dall’articolo 50-bis: “Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”; la prossima settimana Il testo approderà alla Camera come articolo nr. 60.

Questo senatore NON fa neanche parte della maggioranza al Governo… il che la dice lunga sulle alleanze trasversali del disegno liberticida della Casta.

In pratica in base a questo emendamento se un qualunque cittadino dovesse invitare attraverso un blog (o un profilo su fb, o altro sulla rete) a disobbedire o a ISTIGARE (cioè.. CRITICARE..??!) contro una legge che ritiene ingiusta, i providers DOVRANNO bloccarne il blog o il sito.

Questo provvedimento può far oscurare la visibilità di un sito in Italia ovunque si trovi, anche se è all’ESTERO; basta che il Ministro dell’Interno disponga con proprio decreto l’interruzione dell’attività del blogger, ordinandone il blocco ai fornitori di connettività alla rete internet. L’attività di filtraggio imposta
dovrebbe avvenire entro 24 ore; pena, per i provider, sanzioni da 50.000 a 250.000 euro.

Per i blogger è invece previsto il carcere da 1 a 5 anni oltre ad una pena ulteriore da 6 mesi a 5 anni perl’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all’ODIO (!) fra le classi sociali.
MORALE: questa legge può ripulire immediatamente tutti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta.

In pratica sarà possibile bloccare in Italia (come in Iran, in Birmania e in Cina) Facebook, Youtube e la rete da tutti i blog che al momento rappresentano in Italia l’unica informazione non condizionata e/o censurata.

ITALIA: l’unico Paese al mondo in cui una media company (Mediaset) ha citato YouTube per danni chiedendo 500 milioni euro di risarcimento.

Con questa legge non sarà più necessario, nulla sarà più di ostacolo anche in termini PREVENTIVI.
Dopo la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra meno di 60 giorni dovrà presenterà al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di “normalizzare” con leggi di repressione internet e tutto il sistema di relazioni e informazioni che finora non riusciva a dominare.

Mentre negli USA Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet, l’Italia prende a modello la Cina, la Birmania e l’Iran.
Oggi gli UNICI media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati la rivista specializzata “Punto Informatico” e il blog di Grillo.

Fatela girare il più possibile per cercare di svegliare le coscienze addormentate degli italiani perché dove non c’è libera informazione e diritto di critica la “democrazia” è un concetto VUOTO.

documentazione diffusa da
Coordinamento degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani

http://www.perlapace.it

strongoli,libertà,informazione,bavaglio,politica,casta

Set 19, 2011 - Riunioni & Raduni    No Comments

Assemblea dei soci – Giovedì 22 Settembre 2011

strongoli,makalla,moto,club

Gentili soci, in data 22 Settembre c.a. alle ore 21:00 si terrà un’assemblea presso i locali della Parrocchia Santa Teresa d’Avila sita in Strongoli Marina.

L’assemblea avrà tematica libera chiunque vorrà dire la sua è pregato di partecipare alla riunione.

Mi raccomando, non mancate.

Un saluto a tutti

 

P.S. il direttivo del club si riunirà alle ore 20:00 sempre c/o la parrocchia.

Set 19, 2011 - Test moto    No Comments

Ducati StreetFighter 848

ducati-streetfighter-848_5.jpg

La nuova naked sarà disponibile già da novembre

Sarà disponibile già a partire da novembre, il nuovo Ducati Streetfighter 848. Una moto molto diversa dalla sorella 1098, non solo per quanto riguarda il propulsore, il nuovissimo motore 848 Testastretta 11°. Cambia infatti anche la geometria del telaio, migliorata per garantire la massima agilità unita ad un controllo della moto in piena sicurezza. L’aumentata fruibilità, l’ergonomia rinnovata e il Ducati Traction Control (DTC), danno vita ad una nuova ed esclusiva interpretazione Ducati dello stile fighter destinata al successo.

Il nuovo Streetfighter 848, che a novembre 2011 sarà già nei Ducati Store, viene proposto nel tradizionale Rosso Ducati ma anche in due accattivanti e nuove colorazioni: “Figther Yellow” che rappresenta un ritorno per Ducati e l’affascinante “Dark Stealth” capace di enfatizzare ulteriormente l’immagine aggressiva di questa singolare moto Ducati.

C_7_Media_98666_immagine_xl.jpgC_7_Media_98664_immagine_l.jpg

Set 15, 2011 - Test moto    No Comments

New Yamaha YZF-R1 2012

 strongoli,makalla,yzf,r1

Ben Spies on Yamaha YZF R1 2012 WGP 50th Anniversary

E già, siamo alla settima generazione della R1 e quest’anno Yamaha, almeno stilisticamente, non si è sbizzarrita molto, visto che la nuova Erreuno sembra una copia dell’attuale modello in commercio. Sicuramente avranno fatto passi da gigante per quanto riguarda la meccanica e l’elettronica, beh staremo a vedere quando la presenteranno ufficialmente al prossimo EICMA di Milano a Novembre.

Per il momento la potremmo ammirare solo in foto.

Saluti a tutti

 

Tratto dal sito ufficiale

http://www.yamaha-motor.it/it/

Impressionante il suo palmarès, con un titolo nel Mondiale Superbike ed innumerevoli vittorie in competizioni nazionali ed internazionali.

Dal suo arrivo è sempre stata al vertice della tecnologia, cercando sempre nuovi limiti allo sviluppo del motore, come la recente introduzione dell’albero motore a croce con scoppi irregolari derivato da quello impiegato sulla YZR –M1 MotoGp, e della ciclistica.
La nuova Yamaha YZF R1 porta l’esperienza di guida a un livello ancora superiore. Nel 2012 la supersportiva per eccellenza presenta una serie di innovazioni elettroniche ed aerodinamiche, anch’esse strettamente derivate dalle vittorie in MotoGp, con modifiche che esaltano contemporaneamente le prestazioni assolute, il controllo e le possibilità di setting elettronico, ora molteplici.

Su strada e in pista R1 si adatta al pilota  per trasformare la guida in  divertimento ed eccitazione allo stato puro. Il modello 2012 adotta un sistema avanzato di controllo della trazione (TCS, Traction Control System), per ottimizzare la guida in ogni situazione.

Ogni pilota sa che la piena fiducia nel proprio mezzo è una delle qualità più importanti che una moto possa offrire, e il nuovo TCS contribuisce ad aumentare la confidenza del pilota nella tenuta di strada di R1. Analizzando e controllando la rotazione della ruota posteriore, il nuovo TCS crea un legame speciale tra il pilota e la sua moto, permettendogli di sfruttare fino in fondo l’enorme potenziale di una moto unica.
Oltre al nuovo TCS, YZF-R1 m.y. 2012 ha una nuova mappatura della centralina, per migliorare le uscite di curva e le prestazioni a bassi e medi regimi.

strongoli,makalla,yzf,r1

strongoli,makalla,yzf,r1strongoli,makalla,yzf,r1strongoli,makalla,yzf,r1strongoli,makalla,yzf,r1

Pagine:12»